RITARDI CONVOCAZIONE SUPPLENTI

Come ogni anno, l’U.S.R. Sicilia e gli Ambiti Territoriali della regione stanno ritardando le convocazioni dei supplenti.

Per sollecitare le procedure abbiamo inviato a tutti gli uffici della regione la lettera che alleghiamo di seguito, richiesto al Miur uno specifico intervento e al Prefetto di Palermo, nella propria funzione di coordinamento dell’attività amministrativa degli uffici periferici dello Stato, ogni azione utile per scongiurare il rinnovarsi di disagi in capo al personale della scuola, degli studenti e delle loro famiglie.

_________________________

Al Direttore Generale U.S.R. Sicilia

al Dirigente dell’Ufficio X – USR Sicilia. Ambito territoriale della provincia di AGRIGENTO

al Dirigente dell’Ufficio XI – USR Sicilia. Ambito territoriale della provincia di CALTANISSETTA

al Dirigente dell’Ufficio XII – USR Sicilia. Ambito territoriale della provincia di CATANIA

al Dirigente dell’Ufficio XIII – USR Sicilia. Ambito territoriale della provincia di ENNA

al Dirigente dell’Ufficio XIV – USR Sicilia. Ambito territoriale della provincia di MESSINA

al Dirigente dell’Ufficio XV – USR Sicilia. Ambito territoriale della provincia di PALERMO

al Dirigente dell’Ufficio XVI – USR Sicilia. Ambito territoriale della provincia di RAGUSA

al Dirigente dell’Ufficio XVII – USR Sicilia. Ambito territoriale della provincia di SIRACUSA

al Dirigente dell’Ufficio XVIII – USR Sicilia. Ambito territoriale della provincia di TRAPANI

 

prot. n. 71 del 23/8/2013

OGGETTO: ritardi procedure di assunzione a tempo determinato, personale docente e Ata, a.s. 2013/2014

 

La scrivente Associazione sindacale, premesso che:

– l’art. 4 comma 1 della L. n. 333/2001, come modificato dall’art. 9 comma 19 lett. a) della L. n. 106/2011, stabilisce che i procedimenti in oggetto devono essere completati entro il 31 agosto di ciascun anno;

– gli Uffici in indirizzo, non hanno ancora stabilito un calendario delle operazioni propedeutiche all’avvio dell’anno scolastico 2013/2014;

– non sono neanche stati ad oggi pubblicati, tutti i posti disponibili, con conseguente rischio di avvio delle operazioni in oggetto a lezioni iniziate;

– i ritardi si manifestano in Sicilia con cadenza periodica. A causa dei rallentamenti delle operazioni in oggetto, la stipula dei contratti a tempo determinato nei tre anni passati (riguardanti supplenti il cui ruolo è ormai fondamentale per il funzionamento della scuola italiana) è stata effettuata con grave ritardo, determinando un danno economico ai precari e cagionando, altresì, disagi alle scuole, le quali in attesa del completamento delle operazioni sono costrette a nominare supplenti temporanei fino al momento dell’individuazione degli “aventi diritto”, determinando l’avvicendamento di più docenti sullo stesso posto;

– i disagi implicano anche incertezze per i docenti precari siciliani inseriti nelle graduatorie ad esaurimento in altre province e interessati comunque, per comprensibili motivi familiari, a lavorare nella provincia di residenza sulla base delle graduatorie di istituto. Appare evidente la penalizzazione conseguente a tali ritardi sul piano lavorativo, su quello personale e su quello familiare dei precari;

– i ritardi dell’U.S.R. Sicilia e degli AA.TT. siciliani determinano rilevanti disagi per i precari, che sono costretti a subire, nei casi segnalati ed in altri simili, le conseguenze di ritardi burocratici, ingiustificati e contra legem;

– un parametro fondamentale per la valutazione dell’efficienza di tutte le pubbliche amministrazioni, e quindi anche di quella scolastica, nonché per la valutazione dell’operato dei dirigenti è quello del rispetto dei tempi previsti dalla legge per l’espletamento dei procedimenti amministrativi loro spettanti;

C H I E D E

– agli Uffici in indirizzo di assumere tutte le iniziative idonee per assicurare per l’a.s. 2013/2014, il rispetto dei tempi procedimentali previsti dalla normativa summenzionata;

– di individuare le responsabilità dirigenziali in merito a eventuali ritardi, ricordando che questi ritardi, e i danni conseguenti, potrebbero configurare ulteriori responsabilità (ex art. 323 e/o art. 328 C.P.) a carico dei funzionari responsabili dello svolgimento del procedimento in oggetto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: